Arte contemporanea: il progetto

Arte contemporanea: il blog è una filosofia di vita

Non sono ancora riuscita a trovare le parole per descrivere il blog “Sensazioni d’arte”.

Vorrei scrivere su questo blog di Arte Contemporanea. Ma contemporanea vera, l’arte del nostro tempo, l’arte di adesso.

Vorrei sviscerare le dinamiche che inquadrano il racconto artistico nella nostra quotidianità. Capire gli istinti e quella voglia irrefrenabile di comunicare che sfocia in sfumature incredibili e linguaggi finora inesistenti. Provo a capirli.

Ma anche educare gli occhi a vedere l’Arte, il bello, che esiste intorno a noi.

Decifrare l’arte contemporanea, trovarne il senso nel blog

L’arte contemporanea per me è lo specchio della storia, delle tendenze, delle energie, dei desideri,  che ci accompagnano ogni giorno. Capirla e sviscerarla è un’attitudine preziosa, che metto al servizio di chi vorrà approfondirne il senso.

Non è facile disinnescare stereotipi, abbandonare le proprie credenze, dimenticare i condizionamenti alfine di abbracciare il nuovo e i codici di linguaggio che si affacciano spontaneamente nell’operato degli artisti. Bisogna

La vera Arte è il divino che c’è in noi,  nella nostra creatività, qui e ora.

Volevo uno spazio dove farlo, e l’ho creato.

Sarà il mio lavoro: il blog di arte contemporanea è l’attività del mio futuro

Ci sono molte persone che mi chiedono pareri e recensioni su artisti e su performance legate all’arte più contemporanea che esista.

Io amo queste richieste e sono felice che le persone si rivolgano al mio occhio per sviscerare la tipologia di messaggio che l’artista, consapevolmente o meno, cerca di lasciare al mondo che vive.

Spesso sono anche rassegne ed eventi che vengono proposte alla mia attenzione, ma le seguenti considerazioni valgono altrettanto.

È bene chiarire che:

Diversi gradi di Elevazione

  1. SCRIVO SOLO DI CIO’ CHE, SECONDO IL MIO MODESTO PARERE, ELEVA AD UN NUOVO LIVELLO IL PANORAMA ARTISTICO ODIERNO. Ovvero un messaggio unico e definito, un’identità specifica.
  2. Scrivo solo di ciò che eleva il sè superiore ad una coscienza imbevuta di valori immateriali per l’ambiente, per la collettività, per la capacità di riflessione individuale.
  3.  scrivo solo di ciò che reputo abbia un valore artistico dall’estrema originalità, e che provenga da un excursus che includa capacità e padronanza materica (studio del disegno, esplorazione accademica).

Diversi gradi di lavoro e tempo materiale

Scrivere di arte vuol dire:

  • capire l’opera e l’artista;
  • studiarlo;
  • contestualizzarlo nelle tendenze e nel periodo in cui propone il suo messaggio;
  • tirarne fuori l’essenza e la coscienza operativa;

Tutto ciò costa tempo, e tanta passione.

 

arte contemporanea

 

Comments are closed.