Tilt: Aakash Nihalani alla galleria Wunderkammern Milano

163

Scritto da:

Quando ho conosciuto (dal punto di vista mediatico) questo artista non ho resistito: oggi vi parlo di Aakash Nihalani che espone alla Wunderkammern di Milano dal 28 marzo al 28 aprile. La mostra si chiama Tilt.

Tilt Aakash Nihalani

“Tilt” di Aakash Nihalani alla Wunderkammern di Milano

 

Tilt: Aakash Nihalani a Milano e la sorgente minimalista

C’è una familiarità intrinseca che tutti abbiamo con le forme indipendentemente dal nostro background e questo è un ottimo punto di partenza.” – Aakash Nihalani

Il geometrismo puro è un passpartout che ti permette di maturare l’occhio all’essenza delle forme assolute. All’università, per l’esame di linguistica ho studiato la “Grammatica universale” di Noam Chomsky. Per me studiare i minimalisti americani era più o meno la stessa cosa. Andavo ad approfondire i parametri comuni a tutte le lingue del mondo in linguistica e l’analisi delle forme comuni a tutta l’arte prodotta fino ad ora in Andrè, Flavin, LeWitt, Stella.

A tal proposito, cito una splendida mostra  al NSU Art Museum Fort Lauderdale, una personale di Frank Stella, da dove evincere veramente cosa sia il minimalismo concettuale che, a fine anni sessanta.

Frank Stella Paradoxe sur le comediene, 1974 Synthetic polymer paint on canvas Private Collection, NY © 2017 Frank Stella : Artists Rights Society (ARS), New York, Photo Credit- Jason Wyche.

Frank Stella Paradoxe sur le comediene, 1974 Synthetic polymer paint on canvas Private Collection, NY © 2017 Frank Stella / Artists Rights Society (ARS), New York, Photo Credit: Jason Wyche.

 

In Tilt, Aakash Nihalani lavora sulle illusioni ottiche e l’ironia

Gli ingredienti che arricchiscono la personalità di questo artista americano, classe 1981, sono sicuramente la meravigliosa ironia, frutto della contaminazione della tanto amata (da me in primis) arte di strada.

Le illusioni ottiche sono un altro plus divertente che conferiscono grande personalità all’artista. Ciò che mi piace di più però è l’invito alla riflessione.

Abbiamo un cervello assuefatto alla bidimensionalità. Preferiamo un tramonto fotografato, condiviso ed appiattito rispetto a quello reale che distende l’occhio all’orizzonte. L’artista semina questa importante valutazione nel nostro cervello, e solo questo, per me, può essere motivo per visitare la mostra alla Wunderkammern.

Ah, no  ce n’è un altro. Leggete un po’:

Per quest’occasione l’artista produrrà un’opera site-specific con nastro adesivo e pittura direttamente sulle pareti della galleria. Indagando il tema della percezione, Aakash Nihalani si relaziona con lo spazio per dar vita ad un’esperienza unica ed immersiva in cui lo spettatore è chiamato a partecipare attivamente.

Le illusioni ottiche, create dall’artista con colori accesi, permettono l’apertura non solo ad una tridimensionalità giocosa ed ironica, ma anche ad uno spazio di riflessione più profondo sull’utilizzo e sul consumo odierno delle immagini digitali, rigorosamente bidimensionali.

“Optiprism” by Aakash Nihalani

 

“Portal” by Aakash Nihalani

 

Tilt Aakash-Nihalani -pic-by-Noah-Kalina

“Landline” by Aakash Nihalani

“Follow” by Aakash Nihalani

“Fall” by Aakash Nihalani


Altre info:

artista                            Aakash Nihalani

titolo                              Tilt

vernissage                     mercoledì 28 marzo, 18.30 – 21.30

location                          Via Ausonio 1A, Milano

a cura di                        Giuseppe Pizzuto

testo critico di                 Claudia Giraud

date                               28 marzo – 28 aprile 2018


 

Cultural Partner: IED – Istituto Europeo di Design

Media Partners: ArtsLife, Collater.al, Art Vibes, MyMi, Artuu, FACE Magazine.it

Technical Partners: Casale del Giglio, different.photography

WUNDERKAMMERN

Via Ausonio 1A, Milano (M2 e Autobus 94 fermata Sant’Ambrogio)

www.wunderkammern.net

wunderkammern@wunderkammern.net

Tel: +39 0284078959

ingresso libero

Last modified: 23 marzo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *